Alcune coppie hanno consapevolezza del proprio disagio e ciò le spinge a maturare una richiesta d’aiuto congiunta che consenta di intraprendere un percorso terapeutico insieme. La Psicoterapia risulta indicata per i trattamenti di stati ansiosi, stati depressivi, disturbi di personalità, difficoltà relazionali, forme di disagio emotivo e psicologico di differente gravità. Ad oggi, ancora per molti secondo lo Studiontc, la Psicologia e la Psicoterapia sono un tabù e di frequente riecheggia un interrogativo:“Cosa farà mai uno strizzacervelli più di un caffè con un buon amico? La psicoterapia serve ad affrontare circostanze esterne o aspetti di sé che generano disagio, per esempio una situazione stressante, un evento traumatico o aspetti del proprio carattere. Ogni piccolo gesto o parola diventa fonte di malcontento o un pretesto di litigio e la quotidianità, in tutte le sue manifestazioni, comincia a trasformarsi in disagio, intolleranza, insoddisfazione, conflitto di coppia. Un’altra situazione, spesso problematica, che può esser fonte di crisi per la coppia è l’intrusione della famiglia d’origine nello svolgere delle attività quotidiane.

  • Ci si trova in un _momento di transizione_ della propria vita,
  • Ore di Corso (500 per anno)
  • è in grado di aiutare a pensare alle difficoltà e ai problemi in modo nuovo ed edificante;
  • Problemi correlati al public speaking e alla comunicazione in senso lato
  • – Pausa + Donna
  • Coppie in cui un partner sia portatore di gravi sintomi (depressione, fobie, attacchi di panico)

La Psicoterapia in quanto forma di apprendimento, promuove gli effetti neuroplastici, stimola la crescita neurale fornendo le basi per un cambiamento durevole. Quanto dura una psicoterapia? Ma la psicoterapia è utile? Perché, se è presente una crisi della relazione, è meglio chiedere una psicoterapia di coppia e non una terapia individuale? Capita anche frequentemente che le coppie chiedano di essere aiutate nel loro ruolo di genitori: di fronte a bambini o adolescenti che mettono in crisi le competenze genitoriali suscitando nei coniugi un forte senso di impotenza, frustrazione, rabbia. In altre situazioni invece, le coppie possono necessitare di un aiuto nella gestione del rapporto con le proprie famiglie d’origine magari troppo intrusive nella vita dei due partners o complesse nel modulare le distanze dai figli . La modalità di relazionarsi dei due partners può diventare sempre più aggressiva e litigiosa o sfocia in una progressiva forma di allontanamento che ha come risultato l’indifferenza, nell’illusione che quest’ultima ci permetta di soffrire di meno.

La Neurogenesi è il risultato del fare esperienza, qualsiasi variazione nei processi psicologici e cognitivi apporta modificazioni nelle funzioni e nelle strutture del cervello stesso. Tale condizione è sostenuta dalla Neurogenesi, dalla possibilità del cervello di formare nuove cellule cerebrali. I neuroni sono continuamente generati da cellule staminali in alcune regioni del cervello per tutto l’arco di vita nella maggior parte dei mammiferi. La nascita di una coppia definisce in modo naturale i propri confini, all’interno dei quali viene a crearsi una relazione intima e un’alleanza speciale da cui nasce la prospettiva di un futuro insieme. Tutte le coppie vivono momenti di contrasto, il conflitto è sempre presente nel rapporto a due, ma cambia il modo di affrontarlo. Come psicoterapeuti psicologi a Torino, osserviamo che in alcuni casi la coppia non riesce a riequilibrare la situazione e a ristabilire quella complicità a due che porta a rivolgersi al compagno/a in modo unico e preferenziale.

Anche in questo caso, una psicoterapia di coppia può costituire un valido aiuto in grado di influenzare favorevolmente i rapporti con i rispettivi parenti. La psicoterapia può essere focalizzata su problemi specifici o può avere un approccio di tipo più olistico. Quando una coppia adotta strategie funzionali nella gestione del conflitto si rafforza il senso di unione e fiducia reciproca, nella consapevolezza che i problemi si possono affrontare anche quando c’è disaccordo. Perché la relazione di coppia duri nel tempo è necessario mantenere un certo grado di complicità e fiducia che permette ai singoli partner di continuare ad investire affettivamente nel rapporto. La terapia di coppia può aiutare nella comprensione delle componenti psicologiche che gravano maggiormente nel conflitto e portano sofferenza nella relazione. E questo significa che la terapia deve incorporare una base sicura. In queste circostanze, scegliere di cominciare un percorso di coppia, può avere risvolti positivi su tutta la famiglia, migliorando la qualità delle relazioni all’interno di tutto il nucleo familiare, oltre al benessere individuale. L’ampliamento e l’integrazione della narrazione di sé all’interno di un percorso terapeutico, consente di operare sulle memorie implicite affinché non intralcino costantemente nella vita quotidiana. La richiesta d’aiuto congiunta o di coppia costituisce un segno della volontà di arginare un processo degenerativo in corso all’interno della relazione.