Miele

Mi sono presa del tempo.
Lasciarti andare è stato solo per amore.
Sei stata la mia compagna per tanto tempo, accompagnandomi nelle strade che prendevo, sempre piene di curve e senza indicazioni.
Volevi essere TU, mi hai scelto tu.
Sembrava sempre che ridessi quando scappavi fuori da quella gabbia, saltavi, correvi e mi tiravi la treccia.
La mia biondina con gli occhi truccati.
A occhi aperti penso a te, sempre e per sempre.
Il ticchettio delle tue unghie sul pavimento.
Il ridacchiare mentre dormivi.
Il sederti sempre sui miei piedi.
Oppure sopra le panchine, accanto a me.
Quella notte passata su una di quelle panchine a piangere chissà per cosa, e tu lì, accanto a me.
La mia vita di prima con te.
La mia vita di ora con te.
Il tuo correre come una lepre.
La tua pazienza.
I viaggi in auto.
La tua espressione quando ti portavo in braccio tra le onde e tu che iniziavi a nuotare in aria.
La prima volta che hai visto M. e non l’hai lasciata più.
Nemmeno ora.
Sei sempre qui.
Sempre e per sempre.

la MIA borsa

Questa è per me. Mia, solo mia.
Con i miei colori, le mie forme, la semplicità, le mille cuciture e i particolari nascosti.La mia borsa perfetta deve essere semplice, capiente e adattabile…alle occasioni, al look…
Lei nasce da una serie di copri-cuscini-da-divano grigi trovati in offerta all’angolo delle occasioni di Ikea, un tessuto morbido e forte insieme, perfetto!La chiusura con una lunga cerniera per tenere al sicuro tutto quello che c’è dentro, la tracolla regolabile realizzata con svariati ritagli dei copricuscini affinchè fosse lunga e comoda, naturalmente rifinita da mille cuciture…
Nella taschina interna con la zip e un laccetto per tenere le chiavi sempre a portata di mano 😉

la MIA maglietta stellare

Voglia di rinnovare il guardaroba?
Basta poco: cotone jersey, la macchina da cucire e qualche timbro handmade.
E’ nata la MIA maglietta stellare 😉

col*lana…

Voglia di coccole e di creare qualcosa per me…ma la mia piccola bimba-koala non si stacca mai e giocherella con tutto quello che indosso 🙂
Allora ecco per me una morbida collana di lana, magari non sarà proprio il materiale più adatto per questa stagione, ma è bello stare con le mani nell’acqua infeltrendo pallottole colorate!

necklace + recycle

13 commenti >

veronica scrive:
11 agosto 2009 alle 23:00

che bella!!!!
ti faccio i miei complimenti..veramente originale!!!!
pandora scrive:
11 agosto 2009 alle 23:24

grazie!!!
e complimenti anche a te per i tuoi lavori in creta…;)
veronica scrive:
12 agosto 2009 alle 00:28

grazie mille!!! 😉
nonnarospa scrive:
19 agosto 2009 alle 15:12

ma te tu sei ganza! se vincessi il superenalotto ti sponsorizzerei vitanaturaldurante!

ciao cara e
complimenti alla tua agostiana catività eheh

baci alla pupattola
pandora scrive:
20 agosto 2009 alle 07:05

grazie mia carissima nonnarospa!!!
un tuo commento mi mancava proprio…ti adoro ^^
…confido nella tua vincita al superenalotto e la pupattola ringrazia con un sonoro smack!!!
Cl@udia scrive:
29 agosto 2009 alle 20:48

Complimenti ! Davvero originale !!!
Bell’idea !!!
pandora scrive:
30 agosto 2009 alle 11:23

grazie mille claudia!!!
daniela scrive:
19 settembre 2009 alle 16:31

Ma che bella, mi piace molto la collana!!! Complimenti, spero tu abbia trovato il nido per te e la tua famiglia! Un abbraccio, daniela
ps
grazie per essere passata a trovarmi e grazie per il commento!!!
pandora scrive:
19 settembre 2009 alle 16:56

grazie a te della visita daniela 🙂
…purtroppo ancora nessun nido nuovo all’orizzonte…
ma continua la ricerca!!!
un abbraccio a te!
beatrice scrive:
18 novembre 2009 alle 23:47

ma io questa modella la conosco!!!!!ahahahahhahah beccata….salutamela quando la senti ciao
pandora scrive:
19 novembre 2009 alle 11:56

ehehehhe!!! fa un po’ la fighetta vero???
certo che te la saluto mia cara 🙂
smack!!!
Ales scrive:
30 ottobre 2011 alle 23:36

Complimenti!!! mi piace moltissimo…
sono da poco entrata nel mondo del “blog” … e il tuo è uno dei miei preferiti….se ti va di venire a farmi visita ecco l’indirizzo: http://lecreazionidiales.blogspot.com/
ciao!
pandora scrive:
2 novembre 2011 alle 10:42

grazie @Ales e benvenuta!!!

collana mista

…il tempo è poco, la voglia di creare tanta… e questo è un pensierino veloce veloce per dire ‘cara mia ti voglio bene, è un pensierino piccolopiccolo ma realizzato col cuore!’

8 commenti >

anna scrive:
17 settembre 2009 alle 21:33

meno male che hai lasciato un commento sul mio blog, così ho potuto conoscere il tuo e le tue splendide creazioni!
le tue collane mi piacciono assai!
un caro saluto
pandora scrive:
18 settembre 2009 alle 00:13

…ma grazie mille della visita anna!
e ancora complimenti per il tuo blog 😉
biancifiore scrive:
19 settembre 2009 alle 11:44

Ancora una splendida creazione! è bellissima!
un abbraccio
pandora scrive:
19 settembre 2009 alle 15:43

🙂 grazie biancifiore…
sei sempre carinissima!
Alessia scrive:
9 ottobre 2009 alle 10:51

Che bella, mi ricorda le creazioni di un abravissima ragazza che ho conosciuto tramite Flickr, si chiama Pelpa, ho scritto un post sui suoi gioielli di cartapesta, davvero magici!
Questa collana mi piace un sacco!
Alessia
pandora scrive:
9 ottobre 2009 alle 13:39

grande Alessia! anche io sono un fan di Pelpa ma non mi ricordavo più dove l’avevo scovata… ora grazie a te ho potuto rivedere le sue creazioni ma… non c’è proprio paragone, vabbè! si fa quel che si può!
grazie mille e un abbraccio 🙂
Maria scrive:
4 novembre 2009 alle 14:52

Ciao, è la prima volta che passo qui e il tuo blog mi piace tantissimo, gli aquerelli, le collane, TUTTO! 😀
E quelle splendide perle di cartapesta mi hanno rapito il cuore, adoro la carta e vorrei saperle fare anch’io…

A prestissimo,
Maria
pandora scrive:
4 novembre 2009 alle 17:06

ciao maria!
grazie della tua visita 🙂 e per i complimenti…
per quanto riguarda la lavorazione della cartapesta se vuoi qualche dritta contattami pure (in alto, sezione “info” trovi il form dei contatti…), ti assicuro che è veramente facilissimo e mooolto divertente!!!
…ho dato un occhio al tuo blog ma… mi servirà più di un’occhiatina! è veramente pieno zeppo di cosine interessanti 😀 wow!
corro a spulciarlo meglio!
a presto…

bijoux ricicloso

Piccolo post veloceveloce…
Settimana tutta di corsa! Qualche ordine da finire, la libreria nuova da costruire (così magari i libri riescono a uscire dagli scatoloni…io odio i traslochi), il mercatino da organizzare (vedi post di reclutamento)…
Oh mammamia!
In mezzo a questo marasma mi son presa cinque minuti per creare un nuovo bijoux, una *hippy-collana* realizzata con i ritagli delle stoffe, quelli che metto sempre in un cantuccio (della serie “non si butta via niente”) accompagnati dalla frase “a qualcosa potrebbero servire…”.
Così, con tanti bacolini di stoffa attorcigliati e cuciti con il caro “zigzag” è nata la mia nuova collana!E adesso…Attenzione Attenzione!!! Si avverte che domenica 15 agosto si aprirà la mostra~mercato artigianale *Pesc…Arte* 🙂
I navigatori di fb possono trovare tutte le informazioni qui, per tutti gli altri curiosi l’appuntamento è a Firenze alla Pescaia Santa Rosa…
Hanno risposto all’appello un sacco di creativi/e mooolto bravi/e!
E…ehm…ci sarò anche io, con il mio banchino e le mie bambole 😉
Chi viene a trovarci?

6 commenti >

Alessia scrive:
11 agosto 2010 alle 13:58

uh che meraviglia questa collana riciclosa 🙂
pandora scrive:
11 agosto 2010 alle 23:24

grazie @alessia!!!
Annarita scrive:
28 agosto 2010 alle 21:10

bella!
Taced di Handmadecreativity scrive:
12 settembre 2010 alle 16:57

ciao sono taced, nuova sul tuo blog. che dire, originale e bella questa collana!
se ti va, passa dal mio blog
http://handmadecreativity.blogspot.com/
ciao, taced
Mic scrive:
2 novembre 2011 alle 00:29

ma allora hai ricominciato con i mercatini????
se ti va io ne ho uno per domenica 18 dicembre, al chiuso….
sarebbe fantastico!
Io ci provo, chissà, prima o poi riuscirò a comprarti di nuovo qualcosa…..
Mic (collana-pesce di ceramica)
pandora scrive:
2 novembre 2011 alle 10:39

…no @Mic!…questo post è di un anno fa…i mercatini per ora non sono nell’aria 🙁
ma mi piacerebbe tanto vederne uno tuo!!!

tutorial t-shirt transfer paper

Dopo la foto su instagram della magliettina che ho realizzato per Marghe con la carta speciale termostrasferibile ho ricevuto svariate domande sul “come si fa” e allora ho pensato di scattare qualche foto e regalarvi un “mini-tutorial” (chiamarlo “tutorial” mi sembrava esagerato)!

Realizzare una maglietta personalizzata con questa tecnica è facilissimo e molto molto veloce.

Servono solo:
una t-shirt
la carta speciale termotrasferibile (transfer paper)
il ferro da stiro
e naturalmente forbici e pc + stampante per la vostra immagine!

Esistono varie marche per questo tipo di carta, io la compro nei negozi specializzati (carta per fotocopie, per stampe fotografiche, ecc.) in formato A4. Si carica normalmente nella stampante facendo attenzione che la stampa avvenga sul lato bianco, il retro è quello dove solitamente ci sono scritte tipo “reverse side” o cosecosì.
Scegliete il disegno che preferite e ricordatevi che il risultato sar�? migliore su una tessuto chiaro ma soprattutto che se volete stampare delle scritte dovete ribaltare la vostra immagine, a specchio, altrimenti il testo una volta applicato alla t-shirt risulter�? al contrario 😉
Quindi stampate e, semplicemente, stirate la vostra immagine sulla maglietta!
Il ferro da stiro dovr�? essere bello caldo, posizionate bene l’immagine rivolta sul tessuto con il retro (reverse side) verso l’alto e premete leggermente il ferro per qualche secondo su tutta l’area dellla vostra stampa in modo che il calore si diffonda uniformemente.
A questo punto aspettate che la maglietta si raffreddi e piano piano sollevate la pellicola…

4 commenti >

Maria Giovanna scrive:
7 novembre 2013 alle 19:08

Ciao complimenti per il tuo blog e le tue creazioni uniche! Questa tecnica l’ho utilizzata qualche anno fa ed è eccezionale, ma devo dire che con il tempo il disegno si usura facilmente, si screpola quasi. Sai se è possibile applicare qualcosa su di esso per renderlo più resistente anche ai lavaggi? Grazie
pandora scrive:
9 novembre 2013 alle 20:37

Ciao @Maria Giovanna, grazie per il tuo commento 🙂
Hai ragione, con il lavaggi il disegno piano piano si screpola (la maglietta della mia bambina ha un’aria mooolto vissuta ormai!)…sinceramente non so se c’è una soluzione per questo ma se la scopro prometto di aggiornare il tutorial!
A presto!
biancifiore scrive:
16 dicembre 2013 alle 23:18

non mi dire che rainbow dash è la preferita anche di tua figlia!!! ; ))) un abbraccio
pandora scrive:
19 dicembre 2013 alle 17:40

@biancifiore, in realt�? la sua preferita è twilight sparkle, questa è la maglietta per la sua amichetta 😉
*baci*

Timbro in gomma fai da te

Eccolo, il mio piccolo tutorial sulla realizzazione di un timbro in gomma 🙂
Nel post precedente avevo parlato degli attrezzi utili e dei materiali che uso per questa tecnica, avete preso appunti? Cominciamo!

Cosa serve:
* blocco di gomma
* sgorbia con la punta a “V” e a “U”
* taglierino
* occorrente per disegnare (carta, lapis, gomma)
* colore (cuscinetto per timbri)

Per cominciare fatevi un’idea del timbro che volete realizzare e poi riportate il disegno sulla vostra gomma, io ho scelto come soggetto una melina!Potete disegnare direttamente sulla gomma oppure trasferire il disegno semplicemente usando un lapis morbido sulla carta da disegno, ora capovolgete il foglio sulla gomma e fate una leggera pressione sul rovescio del foglio.Adesso prendete la sgorbia con la punta a “V” e cominciate a intagliare la gomma seguendo il contorno che avete disegnato, la vostra mano dovrà essere il più possibile orizzontale al piano di lavoro.Aiutatevi ruotando il blocco di gomma cercando di mantenere una linea continua e poi tagliate i bordi in eccesso con il taglierino dando una forma regolare al vostro timbro (non buttate i piccoli ritagli di gomma, possono servire per mini-timbrini!)Prendete la sgorbia più grande, quella con la punta a forma di “U”, e scavate la gomma nelle zone che non volete che appaiano nel vostro timbro, in questo caso lo sfondo della mela…Con il taglierino e la sgorbia con la punta a “V” intagliate i particolari degli occhi e della bocca della melina.Ma a questa piccola mela sorridente gliela vogliamo fare una bella fogliolina?

E ora un po’ di colore! Scegliete i vostri cuscinetti per timbri, io vado sul classico con un bel rosso per la mela e un verde per la foglia 😉

Tamponate il colore sul timbro (e non viceversa) e poi premete bene sulla carta per qualche secondo…

Tutto chiaro 🙂 ?
Lasciatemi un commento e un feedback sul mio tutorial, sarò felice di rispondere alle vostre domande (se ne avete) ma soprattutto di sapere come andrà la vostra avventura con il mondo dei timbri in gomma!

38 commenti >

CriCri scrive:
9 settembre 2012 alle 21:36

bellissimi , bravissima e spiegazione eccellente.. trovassi quella sgorbia a V..
Tiziana scrive:
11 settembre 2012 alle 21:53

COMPLIMENTI!!!! Spiegati benissimo!!!! Grazie!
federica scrive:
12 settembre 2012 alle 07:43

ciao grazie per il tutorial molto bello ed esplicativo, volevo chiederti dove acquisti la gomma

Federica
pandora scrive:
12 settembre 2012 alle 15:41

@CriCri, @Tiziana grazie a voi 🙂
@federica, all’inizio del post c’è il link al mio tutorial precedente su materiali e attrezzi 😉
elena fiore scrive:
14 settembre 2012 alle 18:54

Io lo trovo così poetico il tuo stile! Sei proprio brava! Buon we, ciao
e°*°
biancifiore scrive:
18 settembre 2012 alle 11:19

finalmenteee! ; ))) lo voglio fare! 😉 anche io non sopporto il captcha e non sapevo che ci fosse per commentare i miei post, grazie che me lo hai detto! come si fa a toglierlo? un abbraccio,sei bravissima!!!!
pandora scrive:
19 settembre 2012 alle 16:55

@elena fiore…grazie davvero ♥
@biancifiore aspetto di vedere i timbri che nasceranno dalle tue manine 🙂
per il captcha ti cerco qualcosa, non uso blogger e a memoria non ricordo! baci!
elena scrive:
19 settembre 2012 alle 17:01

Per Biancifiorr
Dato che io ho Blogger, fai così:
Entri nel tuo blog e vai su IMPOSTAZIONI
Ti si apre un sottomenù
Clicca su POST E COMMENTI
Alla voce Mostra test di verifica seleziona la scritta NO
Salva il tutto
Ciaooo
pandora scrive:
19 settembre 2012 alle 18:00

grande @elenita!!! continua la lotta contro il captcha…ahahahhah!!!
mybonnetbee scrive:
12 ottobre 2012 alle 14:19

che meraviglia questo post!! grazie mille, pandora.
anche io sono una grande fan di geninne e sto aspettando con impazienza che mi arrivi il suo libro!
mi piace anche molto lo stile di ishtar olivera: se non conosci il suo blog, te lo consiglio. è ricco di tutorial sui timbri fai da te e molte idee creative.
continua così, che i tuoi turorial ci piacciono un sacco ^____^
Ilaria scrive:
16 ottobre 2012 alle 23:52

Meraviglioso!!!
Sei davvero bravissima!

Io non ci provo nemmeno a riprodurlo.. Rimango estasiata ad ammirare il tuo lavoro!
Nella mia soffitta… scrive:
20 ottobre 2012 alle 16:05

Meraviglia delle meraviglie!!!
Tutti i miei più sinceri complimenti!!!
Grazieeeee!!!
Gloria scrive:
28 novembre 2012 alle 00:36

Che meraviglia, li devo fare SUBITO! *_*
Il tutorial è strepitoso, Pandora cara, più chiaro di così non esiste sulle faccia della terra 😀 😀 😀
pandora scrive:
6 dicembre 2012 alle 08:23

G RA Z I E
a tutti!!!

…@Gloria 🙂
raffaella scrive:
20 marzo 2013 alle 10:07

ottimo tutorial, molto utile e divertente! spieghi davvero bene e fai venire voglia di fare… ci proverò! grazie.
pandora scrive:
21 marzo 2013 alle 14:57

@raffaella grazie! spero di realizzare presto qualche altro tutorial, mi piace molto…ma se decidi di provare con i timbri voglio essere aggiornata 🙂
TINe scrive:
12 aprile 2013 alle 09:18

Complimenti per questo bel tutorial e anche per l’altro sui materiali da utilizzare. Anche per la mela! E’ così adorabile 🙂
Grazie
Elena scrive:
5 agosto 2013 alle 17:13

Sembra una stampa serigrafica per quanto è ben realizzato, Ottimo lavoro!
pandora scrive:
8 agosto 2013 alle 22:00

@TINe @Elena grazie 🙂
LAURA scrive:
21 ottobre 2013 alle 19:52

Bravissima!!!!!!!!!!!!
Ci proverò…Volevo chiederti…ma poi lavando la stoffa che succede?
Dopo aver stampato sul tessuto quanto bisogna far asciugare?
pandora scrive:
1 novembre 2013 alle 18:51

grazie @Laura 🙂
se usi un inchiostro specifico per tessuti e segui le indicazioni (tipo fissarlo sul rovescio con il ferro da stiro) la stampa resisterà al lavaggio!
Moon scrive:
27 novembre 2013 alle 18:02

Ciao! Grazie mille per l’utilissimo tutorial, e altrettanti complimenti perchè sei davvero brava e gentile 🙂 volevo chiederti una cosa: quanto è spessa la tua gomma? Perchè ho comprato l’adigraf (è l’unico che ho trovato), ma mi sembra sottilissimo e le prime prove che ho fatto non mi soddisfano per nulla. ç_ç
Grazie in anticipo, ciao!
pandora scrive:
28 novembre 2013 alle 16:10

Ciao @Moon e grazie per il tuo commento 🙂
La gomma speedball ha uno spessore di circa 1cm. L’adigraf è molto più gommoso…sinceramente ti consiglio il linoleum, prova e fammi sapere!
Serena scrive:
24 febbraio 2014 alle 20:48

Mamma mia quanto sei brava!!!!
Mi piace da impazzire il tuo tutorial, e sembra anche fattibile per i disastri come me!!
Chissà se ce la posso fare! Domani mi procuro l’occorrente e tento subito!!
pandora scrive:
27 febbraio 2014 alle 17:25

@Serena grazie e fammi sapere come procedono i tuoi intagli 🙂
federica scrive:
27 luglio 2014 alle 12:42

Ciao C: conosci qualcosa che potrebbe sostituire le sgorbie? :3 grazie in anticipo per la risposta 🙂
pandora scrive:
7 agosto 2014 alle 20:51

Ciao @Federica, puoi provare a usare un teglierino, per molti progetti io lo preferisco alle sgorbie 😉
Federica scrive:
9 agosto 2014 alle 23:02

Grazie mille C:
marina scrive:
18 agosto 2014 alle 17:00

Complimenti, precisa e professionale, ma soprattutto molto appassionata.
Grazie, ora so come realizzare il timbro per la mia attività.
Buon tutto!
pandora scrive:
8 settembre 2014 alle 18:12

Grazie a te @Marina!
…e spero di poter vedere i tuoi esperimenti con i timbri 🙂
Lisa Verlato scrive:
6 gennaio 2015 alle 17:54

Ciao, grazie per il tutorial, davvero utile! Leggo che consigli il linoleum, hai marche di sgorbie che reputi più valide di altre? Per fare scritte e quindi dettagli più sottili consigli sgorbie o tecniche diverse? Grazie per le dritte e complimenti per il tuo gusto fine. Lisa
pandora scrive:
10 gennaio 2015 alle 19:58

Ciao @Lisa e grazie a te per il commento 🙂
Hai letto l’altro tutorial sugli utensili che io preferisco per realizzare i timbri? Personalmente per le scritte che richiedono incisioni precise e sottili uso sgorbie con la punta a “V”.
Fammi sapere!
La Strillettera scrive:
30 maggio 2015 alle 10:18

Ciao Pandora, sei bravissima! Il tuo tutorial è SUPER ed i tuoi timbri sono davvero belli.
Michela scrive:
1 giugno 2015 alle 15:29

Ciao! complimenti x la precisione i lavori sono fantastici..volevo chiederti se posso usare i cuscinetti per timbri classici anche sulla stoffa o se no se sai quali poter usare..
grazie x ora!
pandora scrive:
23 luglio 2015 alle 16:51

@La Strillettera graziemille per il tuo commento 😀
pandora scrive:
23 luglio 2015 alle 16:56

Ciao @Michela, io per la stoffa uso cuscinetti specifici così il colore non stinge e si può lavare. Ti consiglio di fare una ricerchina su internet, troverai tante gamme di colori! Qui sul blog trovi l’altra parte del mio tutorial sui timbri “cosa serve” con qualche info.
Emanuela scrive:
10 dicembre 2015 alle 18:28

Ciao! Grazie per il tutorial, tutte le spiegazioni e indicazioni sono chiarissime!!! Avrei comunque una domanda… se volessi “incollare” i timbri realizzati sulle basi dei classici timbri di legno, hai qualche sito di riferimento dove acquistarli?
Grazie ancora….
pandora scrive:
31 dicembre 2015 alle 14:08

Ciao @Emanuela, grazie per il tuo commento 😀
Solitamente io uso i miei timbri senza base ma quando voglio montarli su legno preferisco usare piccoli pezzi di riciclo, in falegnameria si trova sempre qualche “scarto” a buon prezzo da adattare…fammi sapere!

Tutorial timbri fai da te

Come promesso eccomi qua per raccogliere in un paio di post quelle due cosette che ho imparato (finora) sull’irresistibile arte dell’intaglio [carving], strumenti, materiale e un po’ di pratica…

Da quando ho cominciato a giocare con questa tecnica ho ricevuto tante mail e commenti curiosi su dove acquistare le materie prime e come realizzare i propri timbri, quindi ecco come lavoro io 😉

Cosa serve:
* materia prima per realizzare il timbro (gomma, linoleum, adigraf, ecc.)
* strumenti per incidere (sgorbie)
* taglierino
* occorrente per disegnare (carta, lapis, gomma)
* colore (cuscinetto per timbri)

Carta e matita vi serviranno per fare uno schizzo del vostro timbro, avere un’idea precisa del vostro progetto vi aiuterà a tracciare linee sicure.
Il taglierino sarà utile per il lavoro di intaglio.

La materia prima >

Il linoleum (solitamente marrone scuro) è facilmente reperibile nei negozi di belle arti o simili, è un ottimo supporto per i timbri perchè è morbido ma non troppo ed è disponibile in varie misure (anche grandi). Restituisce stampe fedeli soprattutto su carta.
L’adigraf, di colore verde-azzurro, è molto più morbido, gommoso e flessibile del linoleum, si incide facilmente e si trova nelle cartolerie ben fornite (spesso anche in kit con una sgorbia). E’ un buon supporto soprattutto per fare pratica o per i bambini.
Il blocco di gomma [rubber block] è il materiale perfetto per i timbri. Morbido ma compatto, facile da incidere anche nei particolari molto piccoli e con una resa perfetta nella stampa, sia su carta che su stoffa.
Naturalmente la gomma per incisione in Italia è assolutamente introvabile. La cosa che più le somiglia è la comunissima gomma per cancellare (quella bianca per intendersi), lo svantaggio sono le piccole dimensioni ma per fare qualche prova è un buon compromesso.
La gomma che uso io è la “Speedball Speedy-Cut Carving Blocks“.
Potete fare una bella ricerca sul web e scoprire vari siti americani (soprattutto) che la vendono, il mio preferito è DickBlick ma non posso testimoniare su spedizione, costi e consegna perchè finora ho ricevuto le mie gomme da un’amica che vive in America 🙂

Gli strumenti >Lo stesso discorso vale per gli strumenti da intaglio [sgorbie-carving tools], nei negozi di belle arti ne potete trovare di varie qualità e con punte diverse.
Quelle per linoleum sono abbastanza buone, molto economiche ma non molto precise, per particolari molto piccoli è meglio scegliere una buona sgorbia con la punta affilata che permetta di tracciare linee decise senza che il supporto si sbricioli. Gli strumenti per l’intaglio del legno sono più costosi ma decisamente più buoni.
Se poi decidete di acquistare la gomma Speedball sul web allora inserite nel carrello anche questo “Speedball Linoleum Cutters” (su DickBlick qui), una sgorbia che comprende una impugnatura e cinque diverse punte per l’intaglio. Si sposa perfettamente con la gomma ma intaglia molto bene anche il linoleum, le punte sono affilate e molto precise.Il colore >

Per i miei timbri al momento amo usare i cuscinetti di colore, sono molto pratici e disponibili in una grande quantità di sfumature e modelli.
Si possono trovare in alcuni negozi (ben forniti) di articoli per hobby o scrapbooking e naturalmente in quelli specializzati in timbri oppure sul web soprattutto nei negozi per scrapbooking.
Quelli con cui lavoro io sono “VersaColor” per la carta e “VersaCraft” o “RicoDesign” (quest’ultimo da Opitec) per i tessuti.

Considerazioni } Alla fine di questo lungo post dovete tenere conto che quella che vi ho raccontato è solo la mia esperienza, imparo quello che mi piace facendo pratica e sperimentando tecniche, materiali e attrezzi. Questo vuol dire che molto probabilmente l’attrezzo perfetto per me non lo sarà per ognuno di voi, che il tipo di gomma che uso io a qualcuno potrà apparire troppo morbida o chissà cos’altro…
Quindi il mio consiglio è di scegliere strumenti economici e fare pratica.
Per iniziare saranno perfetti una lastrina di linoleum, un taglierino qualsiasi e un paio di sgorbie. Queste dovranno essere una con la punta a “U” per scavare le parti più ampie del vostro disegno e una con la punta a “V” per le linee sottili, i contorni e i particolari.

Nel prossimo post un piccolo tutorial su come realizzare il timbro 🙂

Ps: dopo tutto questo blabla devo fare una piccola citazione per l’Artista che mi ha fatto nascere la passione per questa tecnica, è PasiniGioielli. Se fate un giro nel suo blog rimarrete a bocca aperta…